24 Maggio 2024

MALVAGNA : presunto sabotaggio all’acquedotto comunale.La città indignata

malvagna  La stagione dei veleni. Fatti inquietanti che turbano la tranquilla vita del piccolo Comune dell’Alcantara. Da mesi atti di vandalismo e danneggiamenti in diverse tenute agricole, poi l’altro ieri l’ultimo in ordine di tempo, un presunto sabotaggio all’acquedotto:qualcuno avrebbe versato olio bruciato o nafta nei serbatoi che alimentano il civico acquedotto. Sabotaggio o problema tecnico all’acquedotto? Il dubbio resta, fatto sta che il sindaco ha diramato un avviso con il quale avvisa la cittadinanza che c’è divieto di utilizzo di acqua potabile dal civico acquedotto, per ieri e oggi mercoledì 22 luglio. Sui social network invece, anche a firma di qualche amministratore comunale, alcuni post evidenziano chiaramente che trattasi di un atto intimidatorio, una sorta di avvertimento. Ma a chi? Perché prendersela con la cittadinanza? Tanti interrogativi che non trovano ancora risposte:forse sullo sfondo  alcune vicende politiche? Chissà, ma fatto sta che durante la campagna elettorale si sono verificati molti strani fatti,  soprattutto danneggiamenti alle proprietà contadine. Veniamo a questi giorni. Nei  serbatoi di distribuzione posti in contrada Silvia, nei pressi del convento, è stata riscontrata la presenza di liquido che sembra nafta o per alcuni olio bruciato. Fortunatamente questa anomalia a quanto pare è stata accertata subito in mattinata e al momento non si segnalano problemi di alcun genere alle persone. Pur tuttavia è una sorta di giallo quanto accaduto. “ Stiamo verificando quanto successo, per precauzione ho emesso un provvedimento vietando l’uso dell’acqua per fini potabili, e contestualmente abbiamo avviato tutti i necessari interventi per bonificare gli impianti e poter ripristinare in tempi brevi l’erogazione di acqua dal civico acquedotto” -dice il sindaco Giuseppe Cunsolo. Secondo indiscrezioni invece il liquido inquinante sarebbe stata  versato di proposito, considerato che sembrerebbe risultare che nei cancelli di ingresso ci sono dei segnali di forzatura. Risultato è che il disservizio è enorme, e l’eventuale uso per consumo umano dell’acqua avrebbe potuto creare seri problemi anche alle persone. Dubbi che aleggiano nell’aria e “inquinano” anche il clima di festa che la cittadinanza  si appresta a vivere nel fine settimana visto che ci saranno i festeggiamenti in onore della patrona Sant’Anna. Due diversi ipotesi e ricostruzione dei fatti, ma sembra sempre più convincere che trattasi di una sorta di atto di vandalismo o sabotaggio, seppur si è cauti su questa ipotesi. Fatto sta che quanto accaduto lascia diversi interrogativi tra la cittadinanza, seppur l’avviso del sindaco comunque parla di guasto tecnico.  In due giorni il problema potrebbe essere quindi risolto, e la cittadinanza potrebbe tornare ad utilizzare l’acqua che scorre dai rubinetti.