21 Giugno 2024

ACIREALE: si al ripristino dell’agibilità del Palavolcan

Senza nomeLa prima battaglia è vinta. Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, e il deputato regionale acese, Nicola D’Agostino, sono rientrati ieri sera dal Dipartimento regionale di Protezione Civile  con la firma del dirigente generale sul decreto di finanziamento per i lavori di ripristino dell’agibilità del Palavolcan, dopo la tromba d’aria del 5 novembre. Dal capitolo “Spese destinate al Comune di Acireale per far fronte ai danni verificatisi a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche del 5 novembre 2015” per l’esercizio finanziario 2015, 442 mila euro saranno destinati al recupero dell’impianto sportivo di corso Italia. Stamattina in conferenza stampa il sindaco, Roberto Barbagallo, e l’assessore allo Sport, Francesco Carrara, hanno illustrato alla stampa i dettagli del progetto di ripristino, che prevede, in sintesi: la doppia impermeabilizzazione e il ripristino della copertura, la sostituzione del parquet danneggiato, la sostituzione degli infissi danneggiati e l’applicazione di elementi frangisole in laterizio a copertura delle verande danneggiate. Erano presenti in conferenza stampa anche la progettista, Angela Pappalardo , i rappresentati del GIS, della 104 Orizzontale e dell’associazione Vivere Insieme, il presidente della Commissione consiliare con delega allo Sport, Giuseppe Musmeci, e rappresentanti del Consiglio comunale.  «Ieri non saremmo andati via dal Dipartimento regionale senza la firma sul decreto. Avvieremo subito le procedure per il bando di gara, entro dicembre 2015 i lavori dovranno essere conclusi, com’è stato controfirmato dal RUP, e il Palavolcan sarà restituito finalmente alla città. Ci scusiamo per i mesi di disagio e attesa subiti dalle associazioni di volontariato e dalle società sportive. C’è un ritardo di qualche mese, rispetto al cronoprogramma fissato, per le inevitabili lungaggini della burocrazia. Ringrazio il Dipartimento regionale e il Dipartimento provinciale di Protezione Civile per l’attenzione e la vicinanza e  chi ha seguito la vicenda e l’ha caldeggiata in questi mesi, i deputati regionali Angela Foti e Nicola D’Agostino, che con fermezza, in sede di bilancio, hanno voluto che Acireale avesse un contributo per rialzarsi, ciò non è successo a Roma, dove la politica ha dimostrato poco interesse nei confronti del disastro che abbiamo vissuto. Non ci sono stati errori, tutta la documentazione è arrivata a Roma e non abbiamo notizie di contributi dallo Stato, che spettavano ad Acireale, come a tutte le zone colpite da calamità così pesanti. Avremo i tre milioni stanziati dalla Regione e riusciremo a farceli bastare per riparare almeno le più ferite più grosse», ha dichiarato il sindaco, Roberto Barbagallo. «Ringraziamo le società sportive e le associazioni di volontariato per la pazienza, abbiamo sempre capito il loro disagio, è come se d’improvviso fossero rimasti senza casa. I lavori inizieranno al più presto e siamo certi che si collaborerà affinché non solo venga ripristinata l’agibilità del Palavolcan, ma si raggiunga la massima funzionalità della struttura. Ci siamo già attivati, con il sindaco e il presidente della Commissione allo Sport, affinché nel corso dei lavori, che dureranno circa due mesi e mezzo, le associazioni di volontariato che tutt’oggi sono all’interno del Palavolcan abbiano uno spazio adatto per svolgere le loro attività», ha annunciato l’assessore allo Sport, Francesco Carrara. Grande soddisfazione è stata espressa dal deputato regionale acese Nicola D’Agostino, che dichiara: «Oggi raccogliamo i primi frutti del grande impegno di questi mesi. Non è stato semplice in questo momento storico ritagliare un capitolo dall’esercizio finanziario e ottenere tre milioni di euro dalle casse della Regione, necessari a sanare le ferite di Acireale. E’ il primo decreto, nei prossimi giorni attendiamo fiduciosi ulteriori buone notizie per il ripristino del Teatro Maugeri».