20 Aprile 2024

TAORMINA – La capitale del turismo vuole far parte de “I Borghi più Belli d’Italia”

Capo Taormina. Foto a cura di Michele La Rosa- volo Butterfly helicopters

MICHELE LA ROSA – I requisiti ci sono tutti, tranne superare qualche scoglio di carattere formale e vincere la diffidenza di qualche gruppetto politico. Il consiglio comunale intanto ha già dato il suo consenso, con 10 voti favorevoli (maggioranza) e 5 astenuti (minoranza), approvando una delibera con atto di indirizzo all’Amministrazione per avviare le procedure necessarie. Il primo scoglio da superare è quello del numero di abitanti , difatti il Regolamento dell’associazione dei Borghi pare prevede che possano aderire Comuni con una popolazione inferiore ai 2000 abitanti, ma in effetti questa problematica pare superabile  individuando la porzione di centro abitato da far inserire nel circuito dei Borghi, così come fatto con altre località italiane e anche siciliane. L’altro scoglio da superare è di carattere politico, ideologico…c’è chi storce il naso all’idea di definire Taormina, come un Borgo, allorquando invece la località ha già il titolo di Città, di capitale del turismo internazionale…..quasi che il termine “borgo” possa essere riduttivo per Taormina……insomma stesse polemiche strumentali e non giustificabili che all’epoca interessarono pure Cefalù quando decise di entrare a  far parte dei borghi più Belli d’Italia. E invece sfugge ad alcuni taorminesi che oggi entrare a far parte del club dei Borghi rappresenta un valore aggiunto per il territorio e aiuta a rafforzare il brand territoriale, grazie anche alla selezione rigida che c’è nell’ammissione dei comuni che devono garantire precisi standard in termini di conservazione e valorizzazione dei centri storici. L’ associazione dei Borghi in Italia conta ormai oltre 300 comuni, di cui 24 in Sicilia, tra questi Cefalù, Erice, Castiglione di Sicilia, Palazzolo Acreide, Castelmola, ecc.  Nel resto d’Italia diverse le località note che vi fanno parte, come Tropea, Norcia, Alberobello, Otranto. A marzo di quest’anno anche il Comune di Randazzo ha approvato una delibera per tentare di entrare a far parte dell’associazione dei Borghi più Belli d’Italia,  ma fino ad oggi ancora nessuna comunicazione è giunta circa l’accettazione o meno.