2 Marzo 2024

CATANIA – Confagricoltura condivide proposta acquisto di arance da trasformare in succhi per finalità umanitarie

Confagricoltura Catania esprime apprezzamento per le misure a sostegno del mondo agrumicolo varate dal Parlamento Regionale Siciliano su proposta dell’assessore regionale all’agricoltura On. Luca Sammartino, con particolare riferimento allo stanziamento dei 7,5 milioni di euro destinati all’acquisto di arance da trasformare in succhi per finalità umanitarie e di solidarietà sociale.
Si dà atto all’assessore di aver voluto lanciare un segnale di attenzione al mondo agrumicolo che sta vivendo una stagione di forte criticità a seguito del clima poco favorevole che ha costretto i produttori all’irrigazione degli agrumeti fino a pochi giorni fa e all’aumento generalizzato dei costi di produzione nonché alla piccola pezzatura dei frutti prodotti.
L’approvazione della norma con lo stanziamento di fondi importanti, ma che comunque risultano insufficienti e per alcuni versi tardivi, ha bisogno di essere accompagnata dall’emanazione del decreto attuativo che rischia altrimenti di arrivare troppo tardi e a conclusione dell’attuale campagna agrumicola già avviata da alcuni mesi.
Sollecitiamo quindi l’assessorato regionale all’agricoltura all’emanazione in tempi brevissimi di detto decreto relativamente alle modalità di acquisizione delle arance.
Suggeriamo inoltre di destinare il sostegno economico a favore del mondo della produzione, che rappresenta la parte più colpita dai cambiamenti climatici in atto comprendendo sia i produttori che hanno già provveduto alla raccolta della propria produzione che i produttori che hanno ancora il frutto pendente.
Secondo Confagricoltura Catania, le modalità di ripartizione dei suddetti fondi devono prevedere una
redistribuzione che sia quanto più proporzionale e equa possibile tra le aziende agricole, comunque connessa alla reale perdita di fatturato. Sollecitiamo inoltre con massima urgenza la convocazione di un tavolo tecnico tra le associazioni di categoria e l’Assessorato al fine di trovare insieme le modalità migliori di erogazione del contributo per i produttori
agricoli.