24 Luglio 2024

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che dalle 17.00 circa UTC si osserva la fine del fenomeno di fontana di lava. Contestualmente continua l’emissione lavica lungo la valle del Bove e la ricaduta di cenere e lapilli di modeste dimensioni fino all’abitato di Catania. L’ampiezza media del tremore vulcanico e l’attività infrasonica, dalle ore 16.50 UTC, mostrano un repentino ed evidente decremento, attualmente in atto.

“Il governo Musumeci chieda lo stato di calamità per i paesi Etnei: il vulcano è in piena attività e una intensa pioggia di lapilli di dimensioni fino a 10 centimetri sta investendo i comuni che si trovano in prossimità del vulcano”. Così il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, che rivolge un appello al governo regionale siciliano affinché si attivi per la dichiarazione di calamità naturale in favore dei comuni montani colpiti da cenere e lapilli, in seguito all’eruzione dell’Etna.