25 Luglio 2024

TAORMINA- La Sicilia tra sapori, cultura, innovazione, arte, riti, melting point

Sicilia da Gustare, in collaborazione con Pietro D’Agostino chef, patron de “La Capinera” e presidente di ACT, Associazione commercianti Taormina, organizzano per i prossimi 26 e 27 marzo nel trecentesco Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, “Taormina SCIARM”, la kermesse dedicata al turismo enogastronomico, con convegni, show cooking e masterclass.

Una due giorni da vivere e da gustare dove “La Sicilia di SCIARM” sarà raccontata tra momenti di confronto con i protagonisti dell’intera filiera del food, del wine e dell’hospitality ma anche dei servizi, della scuola, della formazione e dell’Università.

“Taormina SCIARM”, con il patrocinio del Comune di Taormina e alcuni main sponsor, sarà il work hub per analizzare il settore, unicum di biodiversità, intrinsecamente portavoce di territorio, cultura e tradizione, per “consolidare il presente e preparare il futuro con strumenti innovativi che debbano incrementarne la promozione in termini di fatturato”, è la sfida degli organizzatori di Taormina SCIARM.

Un luogo affaascinante e suggestivo il palazzo trecentesco, attuale sede della Fondazione dedicata all’artista Giuseppe Mazzullo, che ospiterà “la Sicilia di SCIARM” con chef stellati,  chef dell’alta ristorazione siciliana, i protagonisti dell’ars bianca Campioni del mondo, pizzaioli di Casa Sanremo ed “emergenti”. Ampio spazio sarà dato agli artigiani del gusto che condivideranno con i visitatori il loro modo di pensare e fare il cibo, oltre ad una trentina di produttori di vini che faranno conoscere il vissuto dell’azienda, le etichette, la filosofia dii produzione enologica. In programma 4 masterclass dedicate al vino, all’olio e una inedita anche sul caffè.

Centrali i due convegni che si svolgeranno la mattina del 26 e del 27.

Domenica 26 marzo alle h.10,00 : “Turismo enogastronomico: dall’esperienza emozionale a volano di sviluppo economico della Sicilia nei prossimi anni”. Introdurranno: Carmelo Pagano, editore “Sicilia Da Gustare”, Pietro D’Agostino, presidente Act, Mario Bolognari, sindaco di Taormina. Interverranno: Donatella Cinelli Colombini, esperta di enoturismo founder di Cantine Aperte “Cantine turistiche: consigli pratici per ottenere il successo”; Magda Antonioli, docente del Master di Economia del Turismo alla Bocconi di Milano; Simona Monteleone, docente di Economia del Turismo, Dipartimento di Economia, Unicit; Nicola Farruggio, vicepresidente di Federalberghi Sicilia; Filippo Drago, docente di Farmacologia Unict e docente della Scuola di Gastronomia Funzionale “La cucina che fa bene alla salute”; Teresa Gasbarro, vice delegata Donne del Vino Sicilia “ Il progetto D-Vino per sviluppare competenze ed opportunità professionali”, Annalisa Spadola Ceo Moak. Modererà l’incontro, la giornalista Giusy Messina.

La tavola rotonda di lunedì, 27 marzo, sarà dedicata ai “Turismi” dell’Isola, plusvalore per il brand Sicilia”. Introdurrà, Mario Indovina, presidente Confindustria Sezione Turismo Catania. Relazioneranno: Ornella Laneri, vicepresidente Confindustria, sezione Turismo Catania; Alex Markovic, director of Hospitality and Brand Performance del Gruppo Mangia’ s Le rotte del Turismo di lusso; Gina Russo, presidente Strada del Vino dell’Etna; Pierfilippo Spoto, operatore turistico, esperto di turismo esperienziale “Storie di famiglie dietro le nostre eccellenze enogastronomiche” ; Gerardo Schuler, presidente Associazione Albergatori Taormina. Modererà la giornalista Letizia Carrara.

La Sicilia di SCIARM vedrà la partecipazione attiva del mondo scolastico con gli studenti dell’Istituto Alberghiero Salvatore Pugliatti di Giardini Naxos, grazie all’impegno dei docenti e il dirigente scolastico Luigi Napoli e la Scuola Superiore Professionale Euroform e la preziosa collaborazione di Confapi, Unione Alimentari, FIP (Federazione italiana Pizzaioli, APCI (associazione professionale cuochi), Associazione Albergatori Taormina, Onav Etna e l’Enoteca Regionale Siciliana Sicilia Orientale.