12 Giugno 2024

La Sicilia torna a essere meta del turismo internazionale: +300% rispetto al 2019

I dati forniti dal gruppo Mangia’s, in base alle presenze nei suoi resort siciliani. Appuntamento col menù firmato “Giusina in cucina”

Numeri che hanno superato i valori anche pre-pandemici e che fanno sperare in una stagione super. La Sicilia torna a essere meta di turismo internazionale ri-accogliendo, dopo anni, soprattutto i turisti provenienti da oltreoceano, Stati Uniti principalmente. E i dati fanno sorridere. Come spiega Gaetano Scancarello, marketing and communication manager del gruppo Mangia’s: “I numeri della stagione 2023 danno tanta fiducia – dice – siamo partiti alla grande”. E le cifre sono già tutte in crescita: “Non solo rispetto agli anni precedenti, ma anche al 2019, quindi l’anno prima dell’emergenza sanitaria che ha bloccato e paralizzato il turismo mondiale. E non solo sul mercato siciliano, ma italiano in generale”.

L’estate è appena cominciata, ma i numeri parlano chiaro: “C’è di nuovo il turismo internazionale – dice Scancarello – I mercati principali? Per il nostro gruppo in questo momento sono Francia, Germania e, soprattutto Stati Uniti. Proprio questi turisti ci fanno ben sperare, visto che hanno ricominciato a viaggiare verso il nostro paese. Dalle prime analisi, abbiamo avuto un incremento di presenze del 300 % di mercato diretto, cioè clienti individuali, rispetto al 2019. Questo in parte dovuto alla strategia del gruppo che sta puntando su quesa fascia di clienti e un po’ anche per l’aumento dell’appeal della destinazione Sicilia, con una crescita a dismisura della domanda, ma anche della Sardegna”.

E il gruppo Mangia’s, nei suoi resort siciliani, ha deciso di offrire al turista sempre più esperienze indimenticabili, come il rito dell’aperitivo al tramonto, oppure il buon cibo. E a proposito di cibo, a Pollina, in provincia di Palermo, è stato inaugurato, con una cena dedicata, il primo menu firmato dalla cuoca-giornalista Giusi Battaglia, alias “Giusina in cucina”, autrice del programma di successo in onda su Food Network. “E’ l’inizio di una serie di collaborazioni con Giusi – spiega Scancarello – Lei è un po’ la paladina del Made in Sicily e del Made in Italy. Diamo il via a una serie di eventi, e saranno circa 250 in tutti i resort, molti di questi legati al mondo della cucina e del mangiare bene”.

“Sono davvero onorata di essere stata “agganciata” dalla famiglia Mangia – dice Giusi Battaglia – Poi iniziare la mia collaborazione da Pollina è per me entusiasmante. Questa è la mia zona. Io ho origini madonite. E’ stato davvero bello firmare il menu del glorioso ristorante Donna Floriana che vanta una lunga tradizione familiare. Qui siamo in una zona di mare e, di comune accordo con il resident chef Giuseppe Scozzari, ho scelto di proporre piatti di mare. E quindi, tra i piatti, le busiate con pesto di pistacchi, gambero rosso di Mazara, mandorle e “muddica atturrata”, poi un tortino di pesce e la crostata al gelo di anguria e gelsomino, un mio must. E tutte le altre proposte vanno scoperte venendo a mangiare nei ristoranti dei resort”. Perché la novità è anche questa: tutti i ristoranti del gruppo Mangia’s, infatti, sono aperti anche alla clientela esterna.