18 Aprile 2024

I mercati nei centri storici, tra vicoli e palazzi antichi: attrattiva per i turisti, da Londra a Palermo

A Piscaria (La pescheria) a Catania

A Piscaria (La pescheria) a Catania

Michele La Rosa – Sono da sempre mete di turisti e gente che li affollano. Ormai da anni rappresentano pure una vera attrazione turistica e vengono inseriti nelle guide turistiche e nelle tappe dei tour di città. Le grandi città hanno dedicato pure dei veri e propri portali web per farli conoscere. Parliamo dei mercatini rionali che caratterizzano grandi città ma anche piccole località di provincia. Basti citare a Roma i mercati di Campo dei fiori, al  Testaccio, Porta Portese; a Torino Porta Palazzo; A Napoli il mercato di Porta Nolana; A Catania a Fera ‘o Luni e “a Piscaria”, a Palermo il Mercato Ballarò e quello della  Vucciria. A Londra è famosissimo il mercato Portobello nel quartiere di Notting Hill. Si trovano tutti in pieno centro storico, all’aperto,  e per i turisti tra monumenti, enogastronomia, la tappa è d’obbligo tra le bancarelle e i venditori. Anche la Regione Siciliana ha cercato di promuovere e valorizzare i mercati storici siciliani ed inserirli così tra le mete turistiche, basta consultare il sito https://www.visitsicily.info/sapore/antichi-mercati-di-sicilia/ 

E in ogni mercato si trovano le tipicità del luogo, oltre che abbigliamento, oggettistica, articoli vintage, ma si trovano soprattutto i sapori e le tradizioni del luogo, delle rispettive città. Mercati che richiamano turisti, curiosi, oltre i clienti che li affollano alla ricerca di prezzi più convenienti magari  rispetto ai classici negozi. Insomma ci sono città e località che valorizzano i mercati locali e il commercio, investendo anche in pubblicità, servizi, logistica, e comuni che non investono completamente sulla organizzazione e promozione dei mercati locali, così come risulta dai dati elaborati da Open Polis dove si evince che in Sicilia c’è poca  attenzione in questa direzione, basta consultare il sito Cosa possono fare i comuni per i mercati all’aperto – Openpolis