14 Giugno 2024

GIARDINI NAXOS – GeoPortale, risultati positivi, progetti per il futuro

 Si è concluso in questi giorni con risultati decisamente significativi il progetto triennale 2015-2017 del Sistema GeoPortale del Comune di Giardini Naxos. Il portale digitale era stato attivato il 23 Giugno 2017, data della presentazione ufficiale e, reso visibile al pubblico attraverso un  link posto sulla home page del sito Istituzionale del Comune. Dal mese di giugno del 2017 è fruibile per l’utenza pubblica e privata. A fare un primo bilancio delle attività che hanno riguardato il Geo Portale  è il vicesindaco Carmelo Giardina, assessore ai Servizi Informatici il quale spiega: “Il Geoportale del Comune di Giardini Naxos è una realtà consolidata e ne siamo orgogliosi. Il nostro Comune è uno dei pochi ad aver attivato tale servizio. Grazie all’enorme lavoro svolto dallo Staff dell’ufficio GIS Comunale si è provveduto all’aggiornamento continuo dei dati contenuti nella piattaforma del GeoPortale mediante l’inserimento di nuove cartografie tematiche, l’approfondimento e la messa in rete di nuovi metadati, l’implementazione di nuove funzioni e nuovi temi cartografici e l’attualizzazione periodica dei data base catastali. Per quanto riguarda l’accesso che consente al personale interno la consultazione dettagliata dei dati, sono stati accreditati tutti i Responsabili/Dirigenti di Settore, mentre è tutt’ora in corso, grazie all’Ufficio GIS del Comune, la formazione di base del personale dipendente secondo le esigenze dei vari Settori. Il GeoPortale” continua a spiegare l’assessore Giardina “è un sistema dinamico che va continuamente alimentato con l’acquisto di attrezzature e servizi indispensabili alla realizzazione delle attività programmate, che purtroppo non sempre vengono acquisite. E’ stato richiesto per il 2018 l’acquisto del software di fotogrammetria automatica e modellazione digitale del terreno che consentirà di elaborare e restituire cartograficamente le immagini acquisite dal Drone. L’acquisizione di tale strumento permetterà inoltre di sviluppare l’attività di monitoraggio dell’evoluzione dei dissesti e di altri fattori territoriali utili all’incremento della capacità di valutazione e prevenzione del rischio. L’acquisto delle procedure software consentirà infine di sviluppare la parte più interessante del progetto e cioè l’erogazione dei servizi ai cittadini su sistema digitale quali SUE e SUAP. Come già dichiarato, affinchè si possa procedere alla fase attuativa è necessario provvedere all’acquisizione delle singole procedure e formare un minimo di operatori per l’utilizzo di tali strumenti. Per dare continuità al lavoro svolto, è in fase di elaborazione, a cura dell’Ufficio GIS un nuovo progetto pluriennale che, tenendo conto di quanto già realizzato, consenta di completare le azioni intraprese nel triennio appena trascorso ed implementare il Sistema Informativo Territoriale Comunale nell’ottica di una completa integrazione intersettoriale. In conclusione” ha sottolineato Giardina “in accordo a quanto già dichiarato dallo Staff del GIS,  l’esperienza compiuta e gli apprezzabili risultati conseguiti, confermano la necessità ed improcrastinabilità di una “rivoluzione organizzativa” che coinvolga per gradi tutti gli uffici e tutti i servizi del Comune”.