14 Giugno 2024

I 100 anni di Venera Florio, la ricamatrice di Castiglione

Michele La Rosa – LINGUAGLOSSA – Grande festa per i 100 anni di nonna Venera compiuti alcuni giorni fa presso Villa Eden a Linguaglossa. Un secolo di storia per la ricamatrice di Castiglione festeggiato insieme a parenti, amici di famiglia, il personale della struttura che la ospita da alcuni mesi. Venera Florio nata il 10 aprile 1922 a Castiglione dove è stata residente fino a poco tempo fa. Nella vita faceva la ricamatrice insegnando pure ad altre fanciulle,inoltre poi gestiva un negozietto dove vendeva gli stessi ricami e altri prodotti. In molti la conoscevano appunto per i suoi lavori, i suoi ricami a punto inglese che nel passato rappresentavano una fiorente attività lavorativa e una radicata tradizione in queste zone. Sposata con Vincenzo Laurenzano,calzolaio,morto nel 1986, ha avuto due figli:Rosario,ingegnere,morto nel 2009 e Stefano,cuoco che vive a Giardini Naxos . In tutto la signora Venera ha 3 nipoti. Momenti di gioia e commozione a Villa Eden per la signora Venera, circondata dall’affetto e dall’entusiasmo del figlio, dello staff, dei tanti anziani che qui trovano conforto, accoglienza, sensibilità da parte del personale preparato che ormai da anni riesce a garantire un servizio con standard qualitativi alti. Villa Eden, istituita nel 2009 è stata fondata dai tre soci Egidio Daidone,Giuseppe Lo Giudice, Salvatore Emmi, con l’obiettivo primario di creare una struttura dove far vivere gli ospiti facendoli sentire a casa loro, facendoli sentire protagonisti della loro quotidianità. A tal proposito sentiamo uno dei fondatori, Egidio Daidone il quale ci racconta delle varie attività qui organizzate e portate avanti per accogliere gli anziani che spesso rischiano di vivere nella solitudine delle proprie mura domiciliari. ” In questi anni mi sono occupato della gestione e dei rapporti interpersonali con i familiari degli ospiti della struttura. L’obiettivo è di farli sentire a casa propria, ognuno dei nostri nonnini deve avere la percezione di vivere, soggiornare nella propria dimensione familiare” – ci dice Egidio Daidone, e continuando -” Preziosa è stata anche l’attenzione nella scelta del personale e dei collaboratori di cui ci siamo circondati, sono loro che hanno il rapporto diretto e continuo con i nostri ospiti. Siamo riusciti a creare uno staff in grado di affrontare qualunque situazione, qualunque necessità manifestata dai nostri nonnini. Credo sia stata questa la giusta ricetta, la vera strategia che ci ha consentito in 12 anni di avere avuto ospiti da tante parti dell’hinterland, garantendo anche la necessaria e adeguata assistenza infermieristica, e vari servizi come la fisioterapia, l’animazione e tanti altri servizi”. Momenti di convivialità e festa, attività di intrattenimento e animazione così da affrontare sia la quotidianità e la routine, ma anche di affrontare momenti difficili come durante l’emergenza Covid di questi anni. Ma ritorniamo alla festa dei 100 anni di nonna Venera, protagonista non solo per il giorno del compleanno, ma anche dopo con vari articoli sui giornali, le foto della festa sui social network circondata da fiori,palloncini, dolci e soprattutto circondata da tanto entusiasmo: la nostra ricamatrice così è stata ancora protagonista, riaccendendo ricordi in tanti suoi concittadini che la conoscono e tutte quelle ragazze che un tempo, ora donne mature, sono andate da lei a scuola di ricamo.