19 Maggio 2024

PEDARA (Ct) – Al via la seconda edizione del “Vineyard Music Festival”

Un festival che coniuga musica classica, vino e cucina locale

Tutto pronto per la seconda edizione del “Vineyard Music Festival”, sei giorni di
musica classica, e non solo, che animeranno la cantina Mondifeso Azienda
Vitivinicola di Pedara dal 2 al 7 agosto (Via Tarderia n.121, ore 20.00). «Abbinare
i colori della natura, che al tramonto dipingono i filari di vite dal verde al rosso, a
musiche eterne di uomini immortali è un’esaltazione della bellezza. Ad allietare ancor
di più le fresche serate a quota mille saranno i buffet e i vini della cantina da degustare
durante gli intervalli» spiega Carmelo Pappalardo, direttore artistico dell’evento.
«Nato come una scommessa di fronte a un incantevole tramonto che dipingeva la
collina di Pedara, il Vineyard Music Festival si propone oggi come un momento
rigenerante: il clima fresco della natura, la buona musica, gli ottimi banchetti. Il cibo
diventa sinonimo di convivialità: la gente mentre mangia si intrattiene a chiacchierare
anche con sconosciuti commentando i brani appena ascoltati. Io credo che questo sia
un momento di recupero di quel legame umano che era andato quasi perso con il covid»
commenta Pappalardo.
Ogni sera sulla terra nuda, tra una vite e l’altra, artisti diversi si esibiranno in brani di
repertorio, offrendo un programma variegato che possa stimolare e rigenerare gli
auditori. «Organizzo eventi da oltre 40 anni, sono docente al conservatorio etneo e
sento la responsabilità che ho nella cernita dei musicisti e dei brani da affidare loro –
spiega il direttore Pappalardo -. Io mi immedesimo nel pubblico e penso che se
decidessi di impiegare del tempo per ricrearmi l’anima, vorrei farlo con artisti che
riescano a trasmettermi sensazioni particolari. Ogni musicista nella migliore delle
ipotesi stimola il pubblico e gli fa amare la musica, ma nella peggiore lo fa scappare e
c’è sempre la co-responsabilità dell’organizzatore». Gli artisti nazionali e
internazionali sono scelti esclusivamente per il loro talento, come sostiene Pappalardo:
«Ogni anno lascio spazio a musicisti già affermati e ad altri più giovani e talentuosi
che possano essere stimolati dal confronto con i loro senior». Il variegato programma
di questa edizione promette di non annoiare i fedelissimi auditori che torneranno dopo
il successo dello scorso anno e i neofiti che si appresteranno al Festival per la prima
volta:
– Giorno 2 agosto il violino di Ivos Margoni e il piano di Alessandro Stella
trascineranno il pubblico nella musica classica internazionale del primo
Novecento;
– Giovedì 3 il pianoforte di Oliver Kern farà risuonare alcuni dei brani più celebri
di L.V. Beethoven;
– Venerdì 4 è la volta delle percussioni del Perkronos Quartet (D. Galatà, G. Di
Prima, D.A. Pennisi, G. Vasta), che spazieranno dal repertorio classico fino a
Piazzolla e Santana;
– Sabato 5 M. Ravel, F. Chopin e R. Schumann riecheggeranno sulle note del
pianoforte di Chun-Chieh Yen;
– Domenica 6 si fa spazio alla Spagna con la chitarra di Mauricio Diaz Alvarez;
– Lunedì 7 concluderà la rassegna Giampiero Bugliarello, che con il suo
pianoforte suonerà brani dal ‘700 a oggi, compresi pezzi contemporanei da lui
composti ed eseguiti in prima assoluta al Vineyard.
L’iniziativa è promossa dalla Nova Academia Musica Aetnesis (NAMAE).
L’Associazione è stata fondata nel 2002 sotto la direzione artistica del Maestro Carmelo
Pappalardo, docente di pianoforte all’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania e
con un’esperienza ultra-trentennale anche nell’organizzazione concertistica siciliana.
L’obiettivo della NAMAE è quello di promuovere la musica classica, l’educazione
musicale nelle scuole e nei centri periferici e di valorizzare i musicisti siciliani, senza
mai trascurare la qualità degli artisti proposti provenienti da tutto il mondo. Ogni anno,
infatti, si impegna a garantire progetti musicali ed eventi d’alto livello, accessibili ad
un’ampia fetta di popolazione locale. Nella quasi ventennale attività, l’Associazione ha
visto esibirsi più di 200 interpreti riunendo ogni anno più di 1000 spettatori.
Da due anni oltre al Trecastagni International Music Festival, giunto alla sua XXI
edizione, organizza anche il Vineyard Music Festival di Pedara, in collaborazione con
l’azienda vitivinicola Mondifeso. Lo storico Festival ogni anno propone due settimane
di musica in cui si esibiscono i migliori talenti locali e nazionali così come musicisti di
fama internazionale, creando un mix di emozioni e condivisione all’interno di
suggestive location come il “largo Abate Ferrara”, un anfiteatro dall’acustica naturale
perfetta ai piedi della scalinata dell’antichissima Chiesa Madre San Nicola o dalla
terrazza della Chiesa, dalla quale godere di un panorama unico, valorizzando il
connubio musica classica e Beni Culturali.