15 Aprile 2024

CATANIA – Scirocco Sicilian Fish Lab, migliore Street Food in Italia per la guida 50 Top Italy 2024

La zona del locale Scirocco (foto La Rosa)

Marco Timpanaro, uno dei titolari

Scirocco Sicilian Fish Lab, lo street food di Catania, dei fratelli Marco e Giacomo Timpanaro, proprio all’ingresso della pescheria, è il migliore Street Food in Italia per la guida 50 Top Italy 2024 – Il Fritturista – Oleificio Zucchi Award.

“Nel cuore della pittoresca Pischiria, lo storico mercato del pesce di Catania, Scirocco è il punto di riferimento per gli amanti del pesce fritto al momento e servito in versione street food. Caratteristico il locale con un servizio fai da te velocissimo e un menu che esalta la tradizione del pescato siciliano”. Questa la recensione sul sito di Luciano Pignataro, tra gli ideatori della guida online 50TopItaly, il progetto firmato LSDM, storico congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum, e diretto, assieme a Pignataro da Barbara Guerra e Albert Sapere.

Scirocco Sicilian Fish Lab, riallestito nei locali di una vecchia macelleria, con le mattonelle bianche alle pareti e i ganci per la carne ancora esposti, nasce sette fa con l’intento di far conoscere e gustare nello storico mercato del pesce della propria città, dove si fondono atmosfere arabe e mediterranee e prende vita la tradizione catanese in tutta la sua fervente unicità, pesce fritto e non solo, avvolto nei tradizionali cartocci di carta paglia.

Calamari, alici, gamberi, bastoncini di macco fritto, verdure in pastella, arancinetti con nero di seppie o polpettine di pesce con baccalà, gamberetti o alici, polpo caldo tagliato a vista, sarde a beccafico, tramezzini di pesce sono gli ingredienti che ogni giorno, sette giorni su sette è possibile consumare.

Scirocco Sicilian Fish Lab è stato il primo posto all’interno della pescheria ad avere l’idea di realizzare l’originale formula del cibo da strada realizzato con il pesce fresco, fornito ogni giorno dai pescatori e dai pescivendoli. Inizialmente l’attività di Scirocco si svolgeva in una piccola sala, dove si vendeva il pesce fritto da una finestra. Negli anni l’attività è cresciuta, lo spazio è aumentato, sono stati messi tavoli sulla piazzetta all’esterno ed è stata realizzata una sala adiacente. Anche il menu è stato ampliato con i tramezzini di pesce e tante altre ricette realizzate continuando a mantenere la forte tradizione delle tipiche ricette siciliane, integrate con la moderna e originale formula del cibo da strada, all’interno del mercato del pesce. L’offerta è aumentata con uno shop dove sono disponibili bibite e conserve di tonno a marchio Scirocco, realizzate rispettivamente da Tomarchio e Campisi.

Da poco più di un anno, inoltre, Scirocco ha avviato una partnership, diventando i fornitori esclusivi dell’offerta food proposta all’aeroporto di Catania da Lagardère Travel, leader mondiale nel travel retail, che ha aperto con il marchio Scirocco Sicilian Food Lab, un marchio parallelo a quello già esistente, con un’offerta diversa, scegliendo di affidarsi a un brand locale per presentare un’offerta più alta negli aeroporti, dove viaggiatori sempre più attenti al cibo desiderano mangiare bene, variando.

“Quando confidai alla mia famiglia di voler aprire questo posto così innovativo trovai un muro di fronte, quasi tutti mi scoraggiarono, dicendo che il mercato era un posto chiuso, dove soltanto chi era di lì poteva svolgere la propria attività lavorativa, perché ero troppo giovane e venivo da fuori quindi avevo un linguaggio totalmente diverso rispetto a loro, però questo non mi scoraggiò nacque in me l’idea di voler dimostrare che quello che avevo visto e immaginato si potesse realizzare: Scirocco doveva rappresentare il mercato del pesce e lo doveva anche stravolgere, diventando un racconto del mercato e quindi anche del lavoro di ogni singolo venditore, di ogni singolo produttore e di ogni singolo pescatore”, racconta Marco.

“A distanza di sette anni, continua Marco, la famiglia Scirocco, composta da ventidue persone, provenienti da tre continenti, raggruppando cinque nazionalità diverse, è molto soddisfatta dei passi fatti e degli obiettivi raggiunti. Ogni giorno ci poniamo l’obiettivo di valorizzare sempre di più il territorio e la nostra città. Abbiamo l’obbligo e il dovere morale di offrire un prodotto di qualità, che racconti la nostra storia, che possa essere servito in maniera veloce, contestualizzato all’interno del posto dove ci troviamo. Desideriamo continuare a fare il lavoro che facciamo giornalmente, fare crescere tutti i ragazzi che sono all’interno del nostro staff, non solo sotto l’aspetto professionale ma anche umano. Oggi più che mai, tutto lo staff di Scirocco classificato come migliore Street Food in Italia per la guida 50 Top Italy 2024, dopo aver partecipato a diverse trasmissioni televisive, accolto diversi chef di fama nazionale e internazionale, è grato ed emozionato per il grande successo ottenuto.”

(Comunicato stampa e foto a cura dell’ufficio stampa Cristina Barbera)