18 Aprile 2024

CASTIGLIONE DI SICILIA – Come individuare i difetti olfattivi dei vini. Giornata di formazione all’Enoteca Regionale

Michele La Rosa – L’Enoteca come centro di formazione e di approfondimento per gli operatori di settore.  Conclusa la giornata dedicata alla “Formazione sui difetti olfattivi del vino”. Luogo dell’evento il Castello di Lauria, in parte adibito appunto a sede dell’Enoteca Regionale per la Sicilia Orientale. Iniziativa importante che ha visto la partecipazione di molti addetti ai lavori. L’iniziativa aveva lo scopo di educare i degustatori, proponendo di verificare e ampliare le loro capacità a riconoscere i principali difetti olfattivi nel vino bianco e quello rosso. Una cinquantina i partecipanti tra enologi, responsabili di produzione (in vigna e/o in cantina), vignaioli, proprietari di cantine, anche responsabili commerciali/vendite. L’evento è stato voluto dall’Istituto Regionale della Vite e del Vino di Sicilia, organo istituzionale della Regione, con in prima fila il direttore Gaetano Aprile e dall’enologo Gianni Giardina dello stesso Ente, che qui ha trovato la collaborazione dell’Enoteca Regionale per la Sicilia Orientale che ha ospitato al Castello di Lauria l’attività della giornata formativa. In cattedra l’enologo Giuseppe Meglioli, direttore tecnico di Eno-One, professionista che segue diverse cantine in Emilia-Romagna, Veneto, nel cantone svizzero del Ticino e in Canada, e ha concluso la sua carriera di professore di enologia presso le università di Verona e Parma. In pratica la giornata di formazione prevedeva la presentazione di 12 difetti olfattivi, il riconoscimento del difetto olfattivo con richiami di microbiologia, chimica e tecnica enologica, la degustazione dei testimoni di vino bianco e di vino rosso, la presentazione dei 12 difetti olfattivi nel vino bianco e nel rosso e confronto con i testimoni per la memorizzazione dell’effetto matrice, valutazione finale del riconoscimento di 15 campioni anonimi attraverso la votazione mediante dispositivo elettronico . “Abbiamo già svolto simili iniziative anche in altre parti della Sicilia. Questa formazione è necessaria per memorizzare correttamente i singoli difetti olfattivi – “ci scrive in una nota AnneMeglioli, che ha curato l’organizzazione della masterclass e ci illustra le varie fasi che hanno coinvolto i partecipanti. “E’ solo uno dei vari eventi che abbiamo in programma già per i prossimi mesi, in questo caso abbiamo registrato molto interesse e adesioni all’iniziativa” – ci dice Vito Bentivegna, da pochi mesi presidente dell’Enoteca Regionale per la Sicilia Orientale. Attività formativa preziosa in un territorio come questo etneo dove si registra una importante presenza di produttori e di operatori di settore come sommelier, ristoratori, promotori del vino dell’Etna.