19 Aprile 2024

Around Etna : cercasi partner per garantire il servizio turistico

travellingsicily Un avviso esplorativo per individuare imprese interessate a gestire il servizio dei bus cabriolet nel territorio del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara. A tal scopo è stato pubblicato già un apposito avviso per la selezione di operatori in grado di attivare il servizio, inoltre al nuovo affidatario verranno trasferiti, attraverso usufrutto, della durata pari a quella dell’affidamento, n. 3 bus cabriolet di n. posti di 30 posti più altri 2 bus cabriolet di n. 37 posti di proprietà appunto del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara S.c.c.a.r.l., e che dovranno essere autorizzati all’espletamento del servizio dalla Regione Siciliana. Il Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara è alla ricerca di partner per gestire per il futuro il servizio Around Etna – Rural Sighteeing , ovvero il trasporto turistico avviato già da qualche anno con i bus cabriolet tra diverse località del messinese, come Giardini Naxos, Gole Alcantara, Francavilla Sicilia e altri centri etnei, come Castiglione, Nicolosi, Linguaglossa, Riposto, Randazzo, ecc. 4 diversi itinerari alla scoperta del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche ma anche paesaggistiche ed architettoniche. Il Gal intende affidare il servizio, e gli automezzi già acquistati, ad un nuovo gestore. L’obiettivo è fare una nuova procedura di affidamento per un periodo di cinque anni. Allo stato attuale c’è comunque una proposta di gestione avanzata da chi ha gestito già il servizio in questo anno e mezzo precedente, ovvero il raggruppamento Consorzio Gruppo Luoghi Comuni, la Build società cooperativa sociale e la Maicor srl , che hanno presentato gli esiti dell’attuale gestione ed un piano di gestione per i prossimi 10 anni. Eventuali nuovi gestori dovranno invece presentare una proposta progettuale comprendente una offerta economica ed un progetto di gestione migliorativi rispetto alla proposta allegata. Il Gal resta sempre come soggetto coordinatore dell’iniziativa. Le proposte andranno presentate al Gal entro il 16 marzo. Sia l’avviso che l’allegata analisi dei risultati ottenuti in questi mesi, lasciano trasparire che il servizio va modificato in diversi aspetti, seppur apprezzato dai turisti, che però dati alla mano, pare siano stati solamente 2467 complessivamente i passeggeri trasportati alla scoperta di questo ampio territorio a cavallo delle due province. La necessità di modifiche diversi aspetti nella gestione del servizio sono evidenziati dallo stesso raggruppamento di imprese che ha gestito finora il servizio, quindi con dati alla mano . Il servizio di bus cabriolet Around Etna rappresenta un servizio aggiuntivo al turismo di questo territorio tra Taormina e l’Etna, da qui la necessità di garantire adesso un seguito all’iniziativa, al fine anche di non parcheggiare in qualche autoparco quei 5 autobus acquistati e allestiti a tal scopo dal Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara che adesso resta in attesa di capire anche il proprio futuro. Certo è che alcune perplessità da noi manifestate prima dell’avvio del servizio bus alla fine si sono concretizzate: nella stagione invernale servizio sospeso , tanto che nel sito di Around Etna è testualmente scritto ” servizio di linea” sospeso nel periodo invernale, riprenderà nel periodo pasquale. Ben venga questo tipo di trasporto turistico, ma questa vasta area ha bisogno anche di un servizio di trasporto pubblico adeguato, ci sono strutture ricettive dappertutto, ma i turisti che qui arrivano e pernottano, se non sono muniti di auto propria, rischiano di restare isolati nelle stesse strutture alberghiere, non essendoci collegamenti ed autolinee adeguate e a orari favorevoli per far muovere i turisti.