15 Aprile 2024

LINGUAGLOSSA – Progetto S.A.N.A. per una diversa cultura dell’alimentazione e dell’ambiente

Il progetto S.A.N.A. – Salute Ambiente Natura Alimentazione, promosso dalla Fondazione “Regina Margherita”  di Castiglione di Sicilia e coordinato dall’Istituto di Istruzione Superiore Michele Amari di Giarre, diretto dal dirigente scolastico  Giovanni Lutri, in collaborazione con le  docenti  Concetta Brunetta e Lucia Scuto, si prefigge di migliorare l’atteggiamento del mondo scuola nei riguardi di una natura e un ambiente integri, intesi come fonte di cibi sani e garanzia di salute.L’alimentazione è uno dei fattori che più concorre alla qualità della vita di ognuno.  A tal fine nei giorni scorsi  si è svolto un interessante salotto culturale rivolto ai genitori degli alunni presso l’aula magna del Liceo Scientifico e Linguistico Michele Amari di Linguaglossa, protagonista l’ape e i suoi prodotti.  L’iniziativa così articolata si ispira all’evento mondiale di Expo 2015,ovvero  Nutrire il Pianeta Energia per la Vita, e intende non far perdere il contatto con la terra e con le tradizioni alimentari locali sensibilizzando gli alunni a pretendere sempre un cibo che sia buono, pulito e giusto. Convolte una rete di scuole di ogni ordine e grado  ricadenti nel bacino del Fiume Alcantara.  Durante l’incontro dei giorni scorsi sono intervenuti : Alessandra Maria Ragusa, presidente del corso di laurea Magistrale Scienze per la Tutela dell’Ambiente dell’Università di Catania ; Maria Carmela Castiglione, presidente della Fondazione Regina Margherita di  Castiglione di Sicilia;  Giuseppe Panebianco, vicepresidente del CEA Messina – sezioni Alcantara. Il dibattito è stato moderato da Valentina Rapicavoli, biologa.  Interessanti e apprezzati dal folto pubblico gli interventi di : Nellina Ardizzone,presidente Club Unesco sezione Acireale;   Giuseppe Caruso, presidente dell’azienda agricola biologica biodinamica Demeter Vigne Nere; Vincenzo Piccione,  presidente del CTS Consorzio Università Mario Cutelli di Catania;  Giovanni Tringali, direttore sanitario dell’Istituto di Ricerca Medica e Ambientale di Acireale. Il progetto S.A.N.A. prevede ancora vari incontri presso gli istituti aderenti e si sviluppa in tre anni. Gli alunni, assistiti dai docenti, produrranno un ampio ventaglio di documenti digitali di approfondimento su quanto illustrato dagli esperti e che saranno resi pubblici. Le scuole in rete con il Progetto S.A.N.A. si sono attivati per perseguire i criteri che l’UNESCO richiede affinché un territorio – nel caso specifico il Bacino dell’Alcantara, unitamente ai territori del Parco dell’Etna – possa ottenere il prestigioso titolo di Riserva della Biosfera.