12 Giugno 2024

CASTIGLIONE DI SICILIA – Un party tra presidi Slow Food e…..vini dell’Etna

MICHELE LA ROSA – Presidi Slow Food in passerella per un incrocio di sapori e prodotti da varie parti della Sicilia. L’iniziativa dei giorni scorsi è stata organizzata dalla Condotta Slow Food Alcantara – Taormina in collaborazione con Santoro Country House Ruvì, a Rovittello, che ha fatto da laboratorio e da vetrina per queste eccellenze agroalimentari siciliane presentate attraverso dei workshop veri e propri. E così protagonisti sono stati il “Miele di ape nera Sicula” abbinata a del “piacentino ennese”, entrambi presidi, il lardo di Suino nero dei Nebrodi, la Salsiccia al ceppo di Linguaglossa. Ed essendo nella terra dell’Etna Doc ecco che gli abbinamenti sono stati fatti con dei vini del territorio in un percorso di assaggi tra etichette dei Vigneti Vecchio, Tenute dei Ciclopi, Tornatore, Cusumano, Duca di Salaparuta e Roberto Abbate. Una occasione anche per accendere i riflettori sulla produzione di birra artigianale nella vallata che già da anni vede ad esempio realtà come la San Bull la cui produzione si avvale anche di luppolo coltivato in proprio. A chiusura del percorso del gusto così strutturato per il dessert è stata protagonista la Pasta reale di nocciole di Tortorici, anche questo presidio Slow Food. “Un evento che sarà il primo di una serie di eventi all’insegna del buon cibo, con baricentro l’Etna e la valle Alcantara” – ci dice Roberto Abbate il fiduciario della Condotta Alcantara Taormina, che insieme al direttore Giovanni Sorbello, del Santoro Country House, hanno già in cantiere altre iniziative simili per far scoprire vere e proprie eccellenze agroalimentari dei territori siciliani. Iniziative preziose che coinvolgono aziende locali  spesso fuori dai riflettori della grande comunicazione ma che producono eccellenze agroalimentari di nicchia. Per gli amanti della pasta siciliana e dei grani antichi ottima performance dei pastifici Vescera di Carlentini e Piazza di Moio Alcantara. Tra i partner dell’evento anche Macelleria Costanzo The Original Black Pig di Randazzo, caseificio Il Cavalcatore, Bottega della Carne di Linguaglossa, Emanu Miele, Enoiltech, Onav Etna. Coinvolti al singolare party pure organizzatori e giornalisti ospiti di Contrade dell’Etna. Tra un calici di vino e l’altro magica atmosfera musicale a cura di Fabrizio Raneri Dj.